#cazzomimetto per andare ad Amsterdam?⛄️❄️❄️❄️❄️❄️

Mentre i Vips trascorreranno torride vacanze natalizie, mostrando fisici statuari nei loro migliori #beachwear, noi andiamo ad #amsterdam 😃, il che la dice lunga sul budget a disposizione 😃

E quindi #cazzomimetto per essere al caldo senza trasformarmi in #bigherosix ? Ma io dico, proprio io, che di vestiti so tutto, mica mi fermerò di fronte al freddo del Nord Europa? D’inverno è già ambizioso scegliere cosa mettersi la mattina per uscire, figuriamoci per un weekend esposti al Vento del Nord.. Al momento sono combattuta tra imbacuccarmi come se non ci fosse un domani o non rinunciare ad essere sensuale 😊

Come sempre, l’obiettivo è essere #strafighe che non fa mai male, tanto per essere chiari sugli obiettivi.

Sono talmente terrorizzata dal sentire freddo, perché io quando ho freddo ho SOLO freddo, non penso ad altro, che mi visualizzo anche con i cari caldissimi e confortevoli #moonboot😳

Pare che la furbata sia vestirsi a strati ma curiosando qua e là ho trovato una parte del sito di #zara ad hoc e qualcosa di carino effettivamente c’è: Caldo abbraccio di Zara.

Io, almeno, quando parto per un viaggio, mi compro sempre qualcosa di nuovo, che sa più di momento speciale,  è guardate che lo so benissimo che un sacco di bloggers ce la fanno in scioltezza ad essere gnocche anche quando le temperature sfiorano quelle del Circolo Polare Artico, però poi scappano in Messico (#chiarabiasi) o in California come l’ Insalata Bionda, quindi #cazzometto in valigia per non perdere il 50% dell’ autostima faticosamente conquistata nel resto dell’anno?

Sto pensando  a stivali alti, tipo questi https://www.zalando.it/stivali-sopra-ginocchio-donna/ con calze in micro fibra, per non perdere le gambe come nella campagna di Russia e parigine, il tutto abbinato o in contrasto 😊.. Con un morbido vestito di quelli sopra, un cappotto lungo o un piumino dritto e una calda pashmina di lana..

Meno tre giorni ad Amsterdam!!

Donne che ispirano altre donne👭 #inspirationbythewomen

Le donne devono imparare ad essere più combattive. Da tempo, soprattutto nel mondo dei blog, leggo, ascolto e ammiro storie di donne che hanno ripreso in mano e rivoluzionato la propria vita, con la fiducia in se stesse e l’istinto di seguire la propria passione.

One woman can chance the world. 

#selvaggialucarelli per me è una fonte inesauribile di ilarità, sagacia e catarsi. Si perché quando essere forti è l’unica scelta, una bella risata non te la fai tanto spesso e invece lei, nonostante le vicissitudini varie della sua vita, si salva e ci salva con l’ironia e l’intelligenza. È pazzesco come spesso si percepisca come vicina una persona che non abbiamo mai incontrato nella vita reale. Personalmente adoro la sua scrittura, che snerva certi maschietti, e per me è stata un’illuminazione a mò di Buddha-Siddarta 🌠 insomma adesso la storia precisa non me la ricordo benissimo ma il paragone ci sta🌋 : una donna di aspetto piacevole che si cura, a cui piace piacere soprattutto a se stessa, può essere portatrice sana di pensieri, scrivere libri, fare un lavoro in cui si mostra tutto sommato per quella che è, può aver figliato con un uomo non giusto per lei e, comunque, guadagnare, comprarsi una casa, avere un cane, donare al figlio se stessa, senza paura di non essere sempre tutta d’un pezzo.

Selvaggia Lucarelli

Voi stenterete a crederci. Selvaggia, nella mia umile opinione, ha lo stesso impatto della Rivoluzione Copernicana. Poi magari nel suo privato sarà come tutte noi, che si fa le strafighe in giro e poi per un whattsapp visualizzato e senza risposta facciamo fuori un barattolo di Nutella ed annientiamo due mesi di palestra.

Selvaggia è una di noi, una che lotta con l’iPhone tra i denti, una che afferma il suo status di Gnocca anche se con gli uomini mi sa che non gira come vorrebbe e certe volte neanche con le amiche. Anche lei ispira la #chictherapy: nessuno si salva da solo, un rossetto Dior ed un maquillage Chanel fanno la loro parte 😉

 

 

Metodo sticazzi in version fashion ovvero come sopravvivere al Natale 🌲🎄🎅

Uno sguardo, per essere gentile, atterrito al calendario e… Siamo già in Dicembre! 🎁🎉 : ma come è possibile che sia di nuovo Natale?

La questione è una: sopravvivere alle feste conservando una allure seppur minima di dignità. E allora abbandoniamo la linea dura di presentarsi a pranzi, cene, aperitivi e ritrovi chiamati in mille modi diversi organizzati all’unico imprescindibile scopo supremo di scambiarsi gli auguri, con capello no sense e jeans che ormai ha fatto il suo tempo. Indossiamo il nostro miglior sorriso e facciamogliela vedere noi a sto Natale😃

 

Natale 2015
Natale 2015

 

 

Ricordiamoci che la cara e saggia Agatha Christie scriveva: Natale è il giorno ideale per commettere un omicidio 😉 ,  e allora cerchiamo di essere belle  come se non ci fosse un domani😎

Innanzitutto, indispensabile nel nostro fashion survival kit sticazzi: un maquillage a prova di baci, bacini, bacetti di auguri 👄. Secondo la mia esperienza ( e io bacio tutti 💏), la linea Like a doll di #pupa mantiene ciò che promette con l’ upper grade del no transfer, la pelle del viso brilla di luce propria a prova di bacio di auguri della vicina impicciona. Insomma io l’ho scoperto per caso, curiosando in un venerdì tardo pomeriggio con occhiaie da panda e mi sono letteralmente innamorata di tutti i prodotti che compongono questa linea 👍

 

 

Pupa- like a doll
Pupa- like a doll

 

Per mettere la ciliegina sulla torta al restyling di Natale, una mise che faccia sentire strafighe is always a good idea, io avrei pensato a qualcosa, di ispirazione #liujo.

Il motivo è semplice: Liu Jo ha mai sbagliato?

Liu jo Christmas time

 

Sono convinta che sia un look semplice e chic all’altezza di un Natale esente da Sindromi di Ansia da Prestazione in caso di aperitivo sotto il vischio con i colleghi 👑

Ed infine, lasciatevi ispirare:

christmas bomb
christmas bomb

Questo #lookrock renderà piacevole qualsiasi impegno natalizio!

E adesso sorridiamo a questo Natale perché le cose belle aiutano a sopravvivere anche alle Feste!