Come abbinare i colori in 5 steps 🆘

Guida semplice in cinque steps per azzeccare sempre l’abbinamento di vestiti.

Abbinare i colori è una delle cose che mette più in crisi e spesso si declina il proprio outfit un unico colore dalla testa ai piedi per paura di sbagliare.

Ma, c’è un ma,

con questo metodo infallibile imparerete anche voi ad abbinare i colori!

La base per saper abbinare bene è non tanto o non solo il buon gusto quanto il saper usare il cerchio cromatico.

Il cerchio cromatico: il tuo assistente.

Tenendo il cerchio cromatico come punto di partenza, possiamo:

  • Abbinare colori Analoghi= vicini nrll’Arco Cromatico.






Chic Therapy

In questo caso particolare, oltre ad essere colori vicini, essi richiamano anche accostamenti che ritroviamo in natura: riprendere abbinamenti dalla Natura, perfetta nei suoi equilibri anche cromatici, è garanzia di successo.

  • Abbinamento Colori Analoghi King Size





Chic Therapy

Chiaramente bisogna scegliere un colore dominante, cui gli altri faranno da supporto, per ricreare un’impressione di dolce armonia.

  • Abbinamento di Colori Complementari (opposti)

Implica un livello avanzato di capacità di abbinare, per cui se non vi sentite pronti fermatevi ai primi due steps fin quando li padroneggerete bene.

Questi colori insieme si valorizzano a vicenda. Curioso sapere che, al contrario, se mescolati originano un colore grigio topo 😃:

gli opposti si attraggono ma devono restare ben distinti perché il risultato sia degno di nota.

Chic Therapy

Chic Therapy

  • Abbinamento di Colori Complementari Divergente

Consiste nello scegliere un colore e poi i due colori che si trovano, rispettivamente, a destra e a sinistra del suo complementare. L’effetto è più armonico e bilanciano lo spazio ottico con tre colori, di cui uno dominante e gli altri ausiliari.

  • Abbinamento di Tre Colori Equidistanti
Abbinamento di Colori equidistanti.

Trovo questo abbinamento fintamente complicato e di grande effetto.

Usate l’accortezza di abbinare colori con la stessa intensità (o tutti pastello o tutti brillanti) ed il gioco è fatto!

Nessuno può fermare la Primavera!


L’Armocromia divide le donne in 4 Gruppi, chiamati come le 4 Stagioni, per identificarne colori amici e non.

Per me la Donna Primavera, la più rara è difficile da riconoscere, dai colori chiari e radiosi, con una pelle molto molto chiara e al massimo color pesca, si chiama Cristina. Io quando cerco o consiglio una Primavera penso a Cristina con la sua pelle di alabastro ed i capelli biondi come Barbie bionda.

Quello che contraddistingue maggiormente la Donna Primavera è questa impressione di chiarezza luminosa e di radiosità. I colori che andremo a scegliere per lei saranno quindi quelli luminosi che maggiormente la contraddistinguono.

Il colore dei capelli è quasi sempre biondo, ma non il biondo nordico freddo, bensì un biondo caldo, ramato o anche castano, sempre con riflessi caldi.

Come celebrities di riferimento troviamo Scarlett Johansson e Charlize Theron.

Scarlett in colori basici
L’idea che trasmette la Donna Primavera è LUCE.

Se appartenete a questa categoria, non dovete mai scurire troppo e soprattutto scegliete colori freddi. La parola d’ordine è “oro”.

Chi appartiene a queste Gruppo deve puntare su colori luminosi e saturi, mai scurire troppo.

Le Primavera Dark sono rosse ma un rosso acceso, alla Nicoleta Kidman, associato ad una pelle di alabastro.

MAI riflessi freddi o cenere.

MAI PIÙ’ SENZA, per dirla con #enzomiccio e #carlagozzi: riflessi dorati, ramati e color fragola. Voi che potete, fatelo!

Palette di riferimento della Donna Primavera

I colori base, a mio avviso, possono essere il cammello oppure il blu royal. Mentre i tessuti stampati, anche stampe floreali, funzionano sempre, basta che abbiano un buon contrasto.

Come scriveva #gibran: i fiori della primavera sono quelli dell’inverno, ma raccontati in un mattino luminoso. Così le donne di questo gruppo sanno di cose buone, calme e luminose.